Perché si dice “zona Cesarini”?

L’espressione “zona Cesarini” è largamente diffusa e di uso comune. Perché si dice così e qual è il significato

Perché si dice zona Cesarini
Perché si dice zona Cesarini. L’espressione “zona Cesarini” viene usata nel linguaggio comune per indicare “la fase finale (o i minuti conclusivi) di un evento sportivo (in particolare nel calcio)“. Al giorno d’oggi, invece, è un modo di dire utilizzato soprattutto quando vogliamo riferirci a fatti avvenuti (o situazioni cui si è posto rimedio) in extremis.

L’origine

Il significato è associato al giocatore di calcio Renato Cesarini. Cesarini era una mezzala della Juventus che nella prima metà degli anni ’30 realizzò diversi gol nei minuti finali di partita.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

La locuzione fu coniata in occasione di un incontro tra nazionali. Il 13 dicembre del 1931, a Torino, l’Italia affrontò l’Ungheria in una partita valida per la Coppa Internazionale. La gara fu risolta al 90′ da una rete di Cesarini. L’Italia vinse per 3-2.

La domenica successiva, il giornalista Eugenio Danese parlò di “caso Cesarini” riferendosi a una rete segnata all’89esimo in una partita di campionato tra Ambrosiana-Inter e Roma (2-1).

Il termine “zona” fu probabilmente preso in prestito dal gioco del bridge (dove indica la fase finale di una partita).

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.