Previsioni meteo di domani

Le previsioni meteo in Italia di domani 13 aprile: bel tempo o maltempo? Scoprilo

Previsioni meteo di domani

Meteo in Italia

Al Nord: Al mattino tempo stabile su tutte le regioni con cieli sereni o poco nuvolosi, locali foschie in Pianura Padana. Al pomeriggio non sono previste variazioni con cieli per lo più soleggiati. In serata e nottata si rinnovano condizioni di tempo stabile con cieli sereni o poco nuvolosi per il transito di qualche velatura, anche compatta al Nord-Est. Temperature minime e massime in aumento. Venti deboli dai quadranti nord-occidentali. Mari poco mossi o quasi calmi.

Al Centro: Tempo stabile durante la giornata sulle regioni centrali con cieli per lo più soleggiati sia al mattino che al pomeriggio. In serata si rinnovano condizioni di tempo stabile con prevalenza di cieli sereni. Nessuna variazione nelle ore notturne. Temperature minime e massime in rialzo. Venti deboli o moderati dai quadranti occidentali o nord-occidentali. Mari poco mossi o localmente mossi.

Al Sud e sulle Isole: Tempo stabile sia al mattino che durante le ore pomeridiane su tutte le regioni con cieli per lo più soleggiati, salvo locali addensamenti bassi lungo le coste tirreniche. In serata e nottata si rinnovano condizioni di tempo stabile con prevalenza di cieli sereni o poco nuvolosi. Temperature minime e massime in rialzo. Venti deboli o moderati dai quadranti settenrionali. Mari poco mossi o mossi.

Per il meteo che proponiamo abbiamo consultato e rielaborato le previsioni di siti che riteniamo attendibili, come Aeronautica Militare e Centro Meteo Italiano (per il video). Siti a cui affidarti se vuoi conoscere le previsioni meteo della tua città.

Previsioni Meteo: Storia

Le previsioni del tempo si basano sulla conoscenza del sistema dei fronti caldi e freddi e dei cicloni extratropicali, descritto e analizzato tra il 1920 e il 1930 da Jacob Bjerknes (1897-1975), uno studioso americano di origine norvegese.

Previsioni Meteo: Raccolta dati

Per ottenere risultati attendibili occorre disporre di una rete di strumenti di misura il più possibile numerosi e precisi.

Le stazioni meteorologiche disseminate in tutto il mondo sono più di 10.000, molte delle quali si trovano in mare a bordo di imbarcazioni appositamente attrezzate, e a intervalli di qualche ora effettuano misurazioni dei 7 parametri fondamentali dell’atmosfera in base ai quali si definisce ogni situazione meteorologica: pressione, temperatura, densità, umidità e le tre componenti della velocità del vento.

Vi sono poi centinaia di stazioni che eseguono rilevazioni in quota (fino a 20-30 km di altezza) per mezzo di palloni sonda, e altre ancora che fanno uso del radar, installato a terra o montato su aeroplani.

Siccome le stazioni meteorologiche non sono distribuite in modo uniforme, a questo stato di incompletezza rimediano i satelliti meteorologici, che sono in grado di analizzare l’andamento delle masse d’aria su tutta la superficie del pianeta e di trasmettere i risultati a terra in tempo utile.

Previsioni Meteo: Elaborazione dati

I dati raccolti vengono trasmessi ai centri e agli uffici meteorologici che fanno parte dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM), con sede a Ginevra.

Per l’Europa è importante il Centro europeo per le previsioni a medio termine (ECMWF) situato a Reading (Londra), che si avvale della collaborazione di 18 paesi tra i quali l’Italia. I dati di Reading vengono rielaborati dai diversi enti locali con l’aggiunta di altri dati raccolti nelle rispettive zone: in Italia se ne occupa il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare.

Presso il centro di Reading vengono eseguite previsioni dei movimenti orizzontali e verticali delle masse d’aria, della pressione e della temperatura in quota e in superficie, alle quali viene attribuita una validità di sei giorni.

Previsioni Meteo: Le carte sinottiche

I servizi meteorologici nazionali e internazionali preparano le carte sinottiche, che presentano la distribuzione dei vari parametri osservata in uno stesso istante, al suolo e in quota, su grandi regioni della Terra.

Sono le carte che in forma semplificata vediamo riprodotte sui giornali o presentate in televisione e che illustrano la distribuzione delle masse d’aria e i loro spostamenti nel corso del tempo.