Perché si dice “la speranza è l’ultima a morire”?

L’espressione “la speranza è l’ultima a morire” è largamente diffusa e di uso comune. Perché si dice così e qual è il significato

Perché si dice la speranza è l’ultima a morire
Perché si dice la speranza è l’ultima a morire. L’espressione “la speranza è l’ultima a morire” viene usata nel linguaggio comune per indicare “che non bisogna mai arrendersi, ma anzi si deve trovare la forza di andare avanti in previsione di eventi non facili da gestire“.

Quindi, è un modo di dire utilizzato quando vogliamo riferirci a quel qualcosa che una persona deve trovare sempre (dentro di se) per risollevarsi dalla sua condizione di negatività. Si spera di trovare un buon lavoro, di superare una situazione difficile. La speranza è come un faro per la nave che grazie ad esso riesce a trovare la giusta via per attraccare ad un porto sicuro.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Questo detto ha origine dall’espressione latina “Spes ultima dea“, e significava che “la speranza è l’ultima dea che siede al capezzale del morente“, con riferimento al mito greco della dea Speranza che resta tra gli uomini a consolarli, anche quando tutti gli altri dèi abbandonano la terra per l’Olimpo.

Secondo altre fonti, l’aforisma fa riferimento al mito greco del “vaso di Pandora“. Il mito vuole che il titano Prometeo, figura di buon cuore, di pietà e di benevolenza verso gli uomini, rubò il fuoco al padre degli dei, Zeus, consegnandolo all’umanità. Zeus, allora, decise di punire Prometeo legandolo per l’eternità ad una roccia e stabilì che un’aquila gli dovesse mangiare il suo fegato da lì fino alla fine dei tempi poiché il fegato era l’unico organo del corpo umano che poteva rigenerarsi da solo.

La punizione di Zeus non si fermò solo a Prometeo, ma colpì anche gli uomini. Incaricò, infatti, il dio Vulcano di creare una bellissima fanciulla e chiese agli dei di conferirle dei doni così da renderla più umana possibile: chi le donò il coraggio, chi la bontà e chi la curiosità.

La fanciulla venne chiamata “Pandora” (che letteralmente significa “tutti i doni”). Zeus, per ultimo le consegnò un vaso ed ordinò che non venisse mai aperto. Pandora fu spedita sulla terra e presto di lei si innamorò il fratello di Prometeo, Epimeteo, che decise di sposarla. La fanciulla, però, mossa da una forte curiosità non resistette e aprì il vaso regalatole da Zeus da dove uscirono tutti i mali: violenza, malattie, povertà, morte ed altri ancora. L’ultima ad uscire fu la speranza.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.