Le nuove norme del Codice della Strada 2022

Sono 40 gli articoli del Codice della Strada modificati dal Parlamento e pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 9 novembre

Le nuove norme del Codice della Strada 2022
Le nuove norme del Codice della Strada 2022. Sono 40 gli articoli del Codice della Strada modificati dal Parlamento e pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 9 novembre. Molti sono entrati in vigore il giorno successivo alla pubblicazione mentre gli altri da Capodanno.

Le novità riguardano soprattutto la sicurezza, con l’obiettivo di ridurre il numero delle vittime della strada: tra gennaio e giugno 2021 gli incidenti sono stati 65.116, i feriti 85.647 e i morti 1.239. La media al giorno è di 360 incidenti, 473 feriti e 7 morti. Particolare attenzione è, poi, dedicata ai soggetti vulnerabili (pedoni e difesa dei diritti delle persone diversamente abili), e alle sanzioni per la tutela dell’ambiente.

I reportage dall'Italia e dal Mondo
Le norme del Codice della Strada per soggetti fragili

Chi parcheggia la propria auto, senza averne diritto, nel posto riservato ai disabili, incorrerà in una multa base di 168 euro (che potrà arrivare fino a 672 euro).

Per chi usa in maniera errata il contrassegno andrà incontro a una sanzione amministrativa tra 87 e 344 euro (nel caso in cui vengano utilizzate delle strutture, che spettano di diritto, “ma non osservando le condizioni e i limiti indicati nell’autorizzazione prescritta”).

Le strisce blu potranno essere impegnate “qualora risultino già occupati o indisponibili gli stalli a loro riservati“.

L’automobilista che occupa abusivamente le strisce gialle, si vedrà tolti 4 punti dalla patente (rispetto ai 2 attuali).

Le norme del Codice della Strada per telefonini e altri dispositivi

Il divieto di utilizzo dei telefonini viene esteso anche all’uso di computer portatili, notebook, tablet e qualunque altro dispositivo che comporti anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante.

Per utilizzarli si tolgono le mani dal volante e aumenta il rischio di incidenti. Sono state, quindi, confermate le multe per chi non rispetta questa regola: da 165 a 660 euro di multa e come sanzione amministrativa accessoria la sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi (se la stessa persona commette un’ulteriore violazione nel corso di un biennio).

Le norme del Codice della Strada per i monopattini elettrici

Il limite di velocità si riduce e passa da 25 a 20 km/h, mentre resta a 6 km/h all’interno delle aree pedonali. Obbligo di casco è solo per i minorenni. Non è necessaria la targa. Sono necessarie, invece, le frecce e i freni su entrambe le ruote.

L’assicurazione serve solo per i monopattini a noleggio (quindi non per il privati). Per evitare la sosta selvaggia, i noleggiatori devono prevedere l’obbligo di acquisire la foto al termine di ogni noleggio per verificarne la posizione sulla strada.

Le norme del Codice della Strada per i futuri patentati

Un articolo riguarda i futuri possessori di patente. Durante il periodo di validità del foglio rosa è possibile effettuare la prova pratica di guida per 3 volte (la prima più ulteriori 2), invece 2 volte come prevedeva la norma precedente.

Coloro che si esercitano senza istruttore incorrono in una sanzione che va da 430 euro a 1731 euro e nella sanzione accessoria del fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi.

Le ordinanze dei sindaci sulle norme del Codice della Strada

I sindaci, con una propria ordinanza, possono disporre parcheggi riservati per le donne in gravidanza e i genitori con figli di età non superiore a 2 anni, muniti di un contrassegno speciale.

I sindaci hanno, inoltre, la facoltà di riservare posti per il parcheggio di veicoli elettrici, mezzi adibiti al carico e scarico delle merci a determinati orari e adibiti al trasporto scolastico.

Le norme del Codice della Strada per i pedoni

Chi si trova al volante dovrà dare la precedenza non solo ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento, ma anche a quelli che si stanno accingendo a farlo. In Gazzetta ufficiale c’è scritto: “I conducenti devono dare la precedenza, rallentando gradualmente e fermandosi, ai pedoni che transitano sugli attraversamenti pedonali o si trovino nelle loro immediate prossimità, quando a essi non sia vietato il passaggio“.

Le norme del Codice della Strada per gli incivili

L’articolo 15 del Codice della strada prevede “multe da un minimo di 52 fino a un massimo di 204 euro” per chi getta carte o mozziconi dal finestrino (in precedenza si partiva da un minimo di 26 fino a un massimo di 52 euro).

È, inoltre, prevista una sanzione anche per chi viene sorpreso mentre “insozza la strada“: si va da “un minimo di 216 a un massimo di 866 euro“. Perché chi compie tale azione può compromettere la sicurezza stradale.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.