Tutte le misure del decreto Omnibus

Il decreto Omnibus presentato dal Governo è composto da una serie di misure volte a influenzare diversi settori dell’economia e della società


Il decreto Omnibus presentato dal Governo è composto da una serie di misure volte a influenzare diversi settori dell’economia e della società.

Tetto di retribuzione per i manager del Ponte sullo Stretto di Messina

Tra le misure più discusse vi è quella relativa alla rimozione del tetto di 240.000 euro per le retribuzioni dei manager dell’azienda responsabile della realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina. La bozza del decreto, denominato “Asset, attività economiche e investimenti strategici”, è in esame e dovrebbe passare attraverso un’approfondita valutazione da parte del Governo. Questa norma ha suscitato dibattiti poiché alcuni ritengono che possa portare a compensi eccessivamente alti per i manager coinvolti nel progetto.

Riforma degli ordinamenti di comuni, città metropolitane e province

Il decreto prevede anche un’istruttoria più approfondita sulla riforma degli ordinamenti delle amministrazioni locali, ovvero comuni, città metropolitane e province. Tuttavia, il via libera da parte del Governo potrebbe non arrivare entro l’attuale vertice in esame.

Norme sulla giustizia e banda ultra larga

Oltre all’analisi della norma sul Ponte sullo Stretto di Messina, il Consiglio dei ministri sta esaminando anche norme riguardanti la giustizia e l’informativa sulla strategia nazionale per la banda ultra larga per il periodo 2023-2026. Inoltre, sono in esame il disegno di legge per l’abrogazione di norme pre-repubblicane (1921-1946) e il disegno di legge sull’istituzione del premio Maestro dell’arte della cucina italiana.

Modifiche organizzative ministeriali

Il Governo sta esaminando anche proposte di modifica del regolamento sull’organizzazione degli uffici centrali dirigenziali del ministero dell’Interno, nonché di riorganizzazione dei ministeri dell’Agricoltura e della Transizione ecologica.

Ulteriori misure sulla giustizia

In un provvedimento separato dall’Omnibus, sono previste ulteriori misure relative alla giustizia, agli incendi e alla cultura. Si prevede una revisione del reato di criminalità organizzata per rispondere alle preoccupazioni dell’Antimafia. Questo provvedimento potrebbe anche includere interventi riguardanti le intercettazioni. Sul fronte degli incendi, si stanno proponendo pene più severe per chi causa incendi, specialmente in considerazione degli eventi recenti in Sardegna. Inoltre, è prevista l’estensione dell’8 per mille anche per il recupero delle tossicodipendenze, oltre al superamento delle misure di autoisolamento legate al Covid-19. Infine, si tratterà della riorganizzazione del ministero della Cultura.

Proposta di modifica del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr)

Il Governo ha ufficialmente presentato una proposta di modifica complessiva del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che include anche un nuovo capitolo chiamato RePowerEu. Questa proposta sarà valutata dalla Commissione europea nei prossimi mesi, secondo quanto stabilito dal Regolamento per la ripresa e la resilienza.

Interventi principali del decreto Omnibus

Nel decreto Omnibus sono inclusi interventi su diverse aree:

Taxi

Si prevede un aumento fino al 20% delle licenze per taxi per i Comuni capoluogo di Regione, le città metropolitane e i comuni sede di aeroporto internazionale. Questo sarà possibile attraverso un concorso internazionale che richiederà l’uso di veicoli non inquinanti. Inoltre, i Comuni potranno rilasciare licenze di taxi temporanee a titolo gratuito o oneroso, con durata massima da dodici a ventiquattro mesi, a favore di titolari di licenze esistenti.

Limiti al caro voli per Sicilia e Sardegna

Si propone l’arresto degli algoritmi che aumentano i prezzi dei voli verso le isole durante i picchi di domanda stagionale. Sarà vietato fissare tariffe basate sulla profilazione web degli utenti o sul dispositivo utilizzato.

Investimenti esteri in Italia

Si prevede la possibilità per il governo di dichiarare “preminente interesse strategico nazionale” e nominare un commissario straordinario per accelerare i procedimenti per grandi progetti di almeno un miliardo di euro.

Caro materiali e risorse per opere pubbliche

Il decreto prevede risorse aggiuntive per far fronte ai costi delle opere pubbliche, con somme specifiche per gli anni 2023, 2024 e 2025.

Proroga della cigs per i lavoratori Alitaliav
È prevista la proroga della cassa integrazione per i lavoratori della vecchia Alitalia fino al 31 ottobre.
Credito d’imposta per semiconduttori

Si introduce un credito d’imposta per le imprese che investono in progetti di ricerca e sviluppo nel settore dei semiconduttori.

Supporto ai piccoli comuni

È istituito un fondo ministeriale di 50 milioni di euro destinato agli investimenti stradali nei piccoli comuni, con una particolare attenzione per quelli con meno di 10.000 abitanti.

Fondo per il turismo in Sicilia

È previsto un fondo di 10 milioni di euro destinato a rimborsare i costi sostenuti dagli operatori del settore turistico e ricettivo a causa di eventi eccezionali, come l’incendio all’aeroporto di Catania.

L'informazione è di parte! Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te. Cerchiamo notizie e fatti social del momento e li rimettiamo in circolo, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FONTEUFFICIALE.it riassume le notizie pubblicate dalle agenzie di stampa e da altri media autorevoli (come Ansa, Agi, AdnKronos, Corriere della Sera, ecc..), quindi non è direttamente responsabile di inesattezze. Se, però, ritieni che un nostro articolo debba essere modificato o eliminato puoi farne richiesta [ scrivendo qui ].

Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.
Potrebbero interessarti anche questi articoli: