Chi deve fare il vaccino antinfluenzale?

Vaccino antinfluenzale 2021-2022: cos’è, come funziona, chi deve farlo, quanto costa, quando è gratis

Chi deve fare il vaccino antinfluenzale
Chi deve fare il vaccino antinfluenzale?. L’influenza costituisce un problema di Sanità Pubblica a causa del numero di casi che si verificano ogni anno. I virus dell’influenza tendono a presentare ogni anno variazioni, ed è per questo che ogni anno si determina l’epidemia influenzale nel mondo (che può interessare anche coloro che hanno già contratto l’influenza l’anno scorso o che si sono vaccinati l’anno precedente).

Nella maggior parte dei casi i sintomi più comuni sono: febbre, tosse, mal di gola, dolori muscolari e delle articolazioni, cefalea e malessere generale. Normalmente, i sintomi si risolvono spontaneamente entro una settimana dall’esordio. Le complicanze dell’influenza sono più frequenti nelle persone al di sopra dei 65 anni di età e in persone con malattie respiratorie, cardiovascolari, immunitarie, e diabete.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Quest’anno si è anticipato di circa un mese l’avvio della profilassi per cercare di estendere la copertura vaccinale (in vista di un aumento di casi Covid-19) e evitare il collasso dei Pronto Soccorso e degli Ospedali.

La compagna vaccinale contro l’influenza è stata estesa anche ai soggetti che non rientrano nelle fasce a rischio per le quali il vaccino è gratuito (over 65, soggetti fragili per patologie croniche).

Il ministero della Salute ha fatto riferimento a:
  • Soggetti con patologie croniche a carico dell’apparato respiratorio (bronchiti, asma, ecc.);
  • Soggetti con patologie vardio-circolatorio;
  • Soggetti con diabete mellito e altre malattie metaboliche;
  • Soggetti con insufficienza renale;
  • Pazienti oncologici;
  • Soggetti Immunodepressi;
  • Donne in gravidanza;
  • Personale sanitario;
  • Forze di polizia;
  • Vigili del fuoco;
  • Categorie impiegate nei servizi pubblici di interesse collettivo.
Vaccino antinfluenzale 2021-2022: cos’è e come funziona

Cos’è e come funziona il vaccino antinfluenzale: è uno strumento di prevenzione e protezione dai virus responsabili dell’influenza stagionale e dei sintomi correlati.

Si tratta di un prodotto biologico costituito da componenti del virus (chiamati “antigeni”) che stimolano il sistema immunitario senza provocare le manifestazioni dell’infezione che si vuole prevenire. A seconda del tipo e della modalità di preparazione, agli “antigeni” possono essere aggiunte altre sostanze adiuvanti che aiutano il sistema immunitario a sviluppare una protezione migliore e più duratura.

E’ indicato per tutti i soggetti, adulti e bambini (a partire dai 3 anni d’età), poiché rappresenta una importante misura di protezione dall’influenza.

Vaccino antinfluenzale 2021-2022: come e dove ci si vaccina

Come e dove ci si vaccina contro l’influenza: bisogna rivolgersi al proprio medico di famiglia (o pediatra), il quale fisserà un appuntamento per somministrare la dose nel proprio studio medico o indirizzerà ad un centro pubblico (l’Ufficio di Igiene o della Asl). L’operazione consiste in una iniezione al deltoide (il muscolo che si trova nella parte alta del braccio).

Vaccino antinfluenzale 2021-2022: quanto costa e chi lo somministra

Quanto costa e chi lo somministra contro l’influenza: chi non rientra nelle categorie protette può ricorrere alla vaccinazione antinfluenzale a pagamento. Bisogna rivolgersi in farmacia, dove la dose è disponibile a un costo di 10/20 euro. Ad effettuare l’iniezione è sempre il medico di medicina generale, con cui bisogna prendere appuntamento per evitare lunghe code in sala d’aspetto e assembramenti.

Vaccino antinfluenzale 2021-2022: effetti collaterali
Gli effetti collaterali del vaccino antinfluenzale sono:
  • Febbre;
  • Arrossamento e gonfiore localizzato dove è stata effettuata l’iniezione.
Vaccino antinfluenzale 2021-2022: prevenzione

Come prevenire l’infezione e la trasmissione dell’influenza: la trasmissione del virus dell’influenza si può verificare per via aerea (attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce), e attraverso il contatto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie.

L’ECDC (European Centre for Disease Prevention and Control) raccomanda il rispetto delle seguenti misure:
  • Lavare accuratamente le mani con acqua e sapone (per almeno 40-60 secondi) e asciugarle correttamente. I disinfettanti a base alcolica riducono la quantità di virus influenzale e possono rappresentare una alternativa in assenza di acqua;
  • Coprire bocca e naso con fazzoletti monouso quando si starnutisce o tossisce e lavarsi dopo le mani;
  • Autoisolarsi a casa in caso di malattie respiratorie febbrili;
  • Evitare il contatto stretto con persone ammalate (mantenendo una distanza di almeno un metro da chi presenta sintomi dell’influenza ed evitare posti affollati). Quando non è possibile mantenere la distanza, ridurre il tempo di contatto stretto con persone malate;
  • Evitare di toccarsi occhi, naso o bocca (i virus possono diffondersi quando una persona tocca una qualsiasi superficie contaminata e poi si tocca occhi, naso o bocca);
  • Le mascherine chirurgiche indossate da persone con sintomi influenzali possono ridurre le infezioni tra i contatti stretti.

Per tutti gli approfondimenti puoi consultare le FAQ che trovi sul portale del Ministero della Salute.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.