Papa Francesco non ha parlato di Unioni Civili

“Gli omosessuali hanno diritto A STARE in famiglia. Quello che dobbiamo fare è una legge per la COABITAZIONE CIVILE”

Papa Francesco non ha parlato di Unioni Civili
Papa Francesco non ha parlato di Unioni Civili. Come si legge in un articolo pubblicato da ilfaroonline.it, sono state prese 2 frasi in 2 momenti differenti della stessa intervista (lontane tra loro) e incollate.

Inoltre, la traduzione dallo spagnolo all’inglese e poi all’italiano è sbagliata.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Prima di tutto, Papa Francesco non dice che “gli omosessuali hanno diritto di FARSI una famiglia“, ma “di ESSERE in una famiglia“, parlando di tutte quelle persone che vengono cacciate dalle proprie famiglie perché omosessuali. Nella stessa intervista dice che “è un’incongruenza parlare di matrimonio omosessuale“.

Quindi, riassumendo, Papa Francesco dice che “Gli omosessuali hanno diritto A STARE in famiglia, sono figli di Dio e hanno diritto A STARE in famiglia. Quello che dobbiamo fare è una legge per la COABITAZIONE CIVILE: hanno diritto di essere legalmente coperti. Io ho difeso questa cosa“.

La frase spagnola “ley de convivencia civil” (legge di convivenza civile) è stata tradotta erroneamente in inglese con “civil union law” (legge per le unioni civili). In realtà il Papa voleva dire che chi viene cacciato dalla propria famiglia perché gay dovrebbe essere tutelato con una legge. Per maggiore chiarezza basta leggere qui (pubblicato dal nunzio apostolico in Messico) e qui.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.