Quali smartphone Android emettono più radiazioni del consentito?

Un nuovo studio pubblicato da BanklessTimes ha elencato gli smartphone che emettono più radiazioni a radiofrequenza

Quali smartphone Android emettono più radiazioni del consentito?
Quali smartphone Android emettono più radiazioni del consentito? Un nuovo studio pubblicato da BanklessTimes e riportato da AndroidCentral ha elencato gli smartphone che emettono più radiazioni a radiofrequenza.

Il parametro preso in considerazione è quello fornito dalla FCC, che parla di un limite massimo di 1,6W/KG. Si tratta della SAR (il tasso di assorbimento specifico che esprime la misura della percentuale di energia elettromagnetica assorbita teoricamente dal corpo umano quando questo viene esposto all’azione di un campo elettromagnetico a radiofrequenza). La stessa FCC, però, ha affermato che non ci sono prove scientifiche credibili che suggeriscano che questi valori possano causare danni all’essere umano.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Le agenzie di regolamentazione mondiali fissano delle valutazioni SAR massime che i dispositivi tecnologici devono rispettare al fine di ridurre la possibilità che i consumatori possano trarne conseguenze negative. I fattori che determinano questi dati sono diversi e dipendono dal tipo di telefono, dal modello, dall’età e dalla potenza dell’antenna.

La FCC suggerisce che per limitare l’esposizione alle radiazioni RDF bisognerebbe utilizzare gli smartphone in modo consapevole, riducendone le sessioni prolungate.

Quali sono i dispositivi più pericolosi?
  • Motorola Edge (1,97 W/Kg)
  • ZTE Axon 11 5G (1,59 W/Kg)
  • OnePlus 6T (1,55 W/Kg)
  • Sony Xperia XA2 Plus (1,41 W/Kg)
  • Google Pixel 3XL (1,39 W/Kg)
  • Google Pixel 4a (1,37 W/Kg)
  • OPPO Reno5 5G (1,37 W/Kg)
  • Sony Xperia XZ1 Compact (1,36 W/Kg)
  • Google Pixel 3 (1,33 W/Kg)
  • OnePlus 6 (1,33 W/Kg)

Perché questi articoli...

A differenza di qualsiasi altro sito di notizie che tende a raccontare le cose da un punto di vista di parte, Fonte Ufficiale cerca di spiegare i fatti in modo neutrale. Questa è e sarà sempre la nostra linea editoriale.

Seguiamo molte testate giornalistiche e siti di informazione per avere molteplici punti di vista, comprendere meglio la situazione che ci circonda e riuscire a spiegare bene le cose a voi che leggete. Studiamo lo stile nella comunicazione, studiamo i contenuti, cerchiamo di capire quali sono le notizie più importanti, quali interessano di più e quali di meno.

Quando, però, troviamo quelli che possono essere considerati dei veri e propri "scoop giornalistici" li inseriamo in questa categoria. In questo caso le parole utilizzate potrebbero essere meno neutrali.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.