Quanto è contagioso un vaccinato infettato dalla variante Delta?

Il virologo Anthony Fauci ha detto: “Si può presumere che le persone vaccinate possano trasmettere il virus come possono farlo le persone non vaccinate”

Quanto è contagioso un vaccinato infettato dalla variante Delta?
Quanto è contagioso un vaccinato infettato dalla variante Delta. I Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) USA hanno raccomandato anche alle persone vaccinate di indossare la mascherina al chiuso. Il virologo Anthony Fauci, capo consulente medico della Casa Bianca, ha detto: “Si può presumere che le persone vaccinate possano trasmettere il virus come possono farlo le persone non vaccinate. È un evento molto insolito e raro, ma si verifica“. Fauci ha, inoltre, ricordato che, con la vaccinazione completa, scendono le probabilità di contagiarsi e di trasmettere il virus, ma ha anche citato “nuove prove scientifiche” in possesso dei Cdc che mostrerebbero “che il livello di infezione nelle mucose di una persona vaccinata è lo stesso di quello di un soggetto non vaccinato“.

Quanto è contagioso un vaccinato infettato dalla Delta?

Dipende da 2 fattori: efficacia dei vaccini e capacità di trasmissione.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

L’efficacia dei vaccini è un dato che viene calcolato solo sui sintomatici. L’efficacia dei vaccini usati in Italia si stima sia all’88,15% per gli immunizzati con 2 dosi. Invece, gli ultimi dati inglesi parlano di una protezione (con 2 dosi) contro la variante Delta del 65-90%.

La capacità di trasmissione (o il tasso di “infezioni secondarie”), invece, determina la potenzialità, da parte di un vaccinato contagioso, di infettare gli altri.

Quindi, in un ambiente chiuso con uno o più positivi, se i presenti sono tutti vaccinati, se ne infetteranno (nel peggiore dei casi) 35 su 100. Se non sono vaccinati, la percentuale può salire fino al 100%.

Le 35 persone infettate possono trasmettere il virus?

Non essendoci studi pubblicati su questa variabile, bisogna basarsi su quelli effettuati quando dominava la variante Alfa.

Il più recente studio, uscito sulla rivista scientifica New England Journal of Medicine (Nejm), ha monitorato le reinfezioni su 1.497 operatori sanitari in Israele. Il 74% dei positivi aveva un’elevata carica virale, tuttavia questo non ha portato ad alcuna “infezione secondaria” (cioè, nessuno di loro ha contagiato altre persone).

Un’altra ricerca sulla trasmissione domestica in Inghilterra ha scoperto che i contatti familiari di casi vaccinati con una singola dose aveva circa il 40-50% di rischio ridotto di infettarsi.

In una ricerca effettuata su 3.975 sanitari statunitensi (sempre pubblicata sul Nejm), è stata riscontrata una carica virale media inferiore del 40% nei soggetti vaccinati positivi.

Un’altra indagine israeliana, pubblicata su Nature, ha analizzato persone risultate positive dopo il vaccino Pfizer. La carica virale era ridotta di 4 volte per le infezioni verificatesi 12-28 giorni dopo la prima dose.

Quindi, fino a nuove evidenze, in un ambiente chiuso, un vaccinato che ha contratto il covid sarà meno infettivo rispetto a chi è risultato positivo senza vaccinarsi. Inoltre, se il contagiato vaccinato si trova in un locale al chiuso, la capacità infettiva sarà praticamente nulla nei confronti di un vaccinato. Se, invece, un contagiato vaccinato incontra una persona non vaccinata, il vaccinato sarà “poco contagioso“, ma il non vaccinato sarà totalmente suscettibile a quella minima carica virale.

L’incognita è capire se questi studi sulla variante Alfa siano applicabili alla variante Delta. Infatti, si stima che la sua capacità di contagiare è tra il 40-60% più alta rispetto alla variante Alfa (a sua volta il 50% più infettiva del ceppo Wuhan originario del Sars-CoV-2).

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.