Lo scienziato cinese che presentò un brevetto per un vaccino anti Covid prima che venisse dichiarata la pandemia

Yusen Zhou morì 3 mesi dopo. Collaborava con il laboratorio di Wuhan ed era uno degli scienziati più importanti della Cina

Lo scienziato cinese che presentò un brevetto per un vaccino anti Covid prima che venisse dichiarata la pandemia
Lo scienziato cinese che presentò un brevetto per un vaccino anti Covid prima che venisse dichiarata la pandemia. Secondo il quotidiano australiano The Australian, il 24 febbraio 2020 (5 settimane prima che le autorità cinesi confermassero la trasmissione tra esseri umani del coronavirus), quindi prima che venisse dichiarata la pandemia, uno scienziato militare cinese presentò una richiesta di brevetto per un vaccino anti Covid-19.

3 mesi dopo sarebbe morto in circostante misteriose. Lo scienziato si chiamava Yusen Zhou, aveva collaborato con il laboratorio di Wuhan ed era uno degli scienziati più importanti della Cina. Zhou lavorava “a stretto contatto” con gli scienziati del Wuhan Institute of Virology (Wiv), compresa Shi Zhengli (vice direttore del laboratorio), nota a livello internazionale per le sue ricerche sui pipistrelli.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Zhou risulta essere morto in circostanze misteriose e la sua scomparsa sarebbe passata inosservata sui media cinesi, pur trattandosi di uno dei più autorevoli scienziati del Paese. Zhou, infatti, aveva alle spalle collaborazioni con alcune istituzioni Usa, come l’Università del Minnesota e il New York Blood Center.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.