Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cos’è e come funziona

Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cos’è, come funziona, come e dove si attiva, cosa contiene, obiettivi e vantaggi per i pazienti

Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): cos’è e come funziona
Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). E’ definito come uno strumento che raccoglie “l’insieme dei dati e documenti digitali di tipo sanitario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti l’assistito” (DPCM n.179/2015). Il Fascicolo sanitario elettronico rappresenta un “obiettivo strategico” della sanità digitale perché all’interno, come detto, sono racchiuse tutte le informazioni che riguardano il paziente. Infatti, nel decreto Rilancio sono state introdotte delle modifiche per potenziarlo.

Il FSE, istituito dalle Regioni (e dalle Province Autonome), permetterà (insieme a ricette elettroniche, telemedicina e tutti quegli interventi che si basano sull’impiego delle tecnologie ICT in ambito sanitario) di migliorare la prevenzione, la diagnosi, la cura, la riabilitazione, la programmazione sanitaria, il controllo della qualità della cure e la valutazione dell’assistenza sanitaria. Ma non solo. Ne beneficeranno anche gli studi e le ricerche scientifiche, sia in campo medico, che in quello biomedico ed epidemiologico.

I reportage dall'Italia e dal Mondo
Fascicolo Sanitario Elettronico: cos’è

Cos’è il Fascicolo Sanitario Elettronico: è lo strumento che permette di tracciare e consultare la vita sanitaria del cittadino. E’ rivolto a tutti i cittadini e può essere condiviso con i professionisti sanitari (medico, pediatra di famiglia e medici specialisti), in modo da garantire un servizio più efficiente. La consultazione e l’inserimento di nuovi documenti sono permessi su tutto il territorio nazionale (e non solo nella Regione di residenza dell’assistito).

Quali informazioni del paziente sono racchiuse nell’FSE:
  • Ossia terapie;
  • Esami;
  • Prescrizioni di medicinali, visite specialistiche e esami di laboratorio;
  • Referti di laboratorio, radiologici e di visite specialistiche;
  • Anamnesi;
  • Vaccinazioni;
  • Certificati medici;
  • Prestazioni di emergenza e urgenza;
  • Autocertificazioni;
  • Informazioni inserite dal medico di famiglia e dai vari specialisti consultati.

Alcune informazioni per legge, sono obbligatorie e fanno parte del “nucleo minimo”. Invece, altri documenti sono di tipo integrativo (e facoltativi).

Quali sono i documenti del “nucleo minimo”:
  • Dati identificativi e amministrativi dell’assistito;
  • Referti;
  • Verbali del pronto soccorso;
  • Lettere di dimissione;
  • Profilo sanitario sintetico;
  • Dossier farmaceutico;
  • Consenso o diniego alla donazione degli organi e dei tessuti.
Fascicolo Sanitario Elettronico: come funziona

Come funziona il Fascicolo Sanitario Elettronico: grazie a tutte le informazioni raccolte in un unico posto, non è necessario portare con sé tutta la documentazione cartacea. Quindi, si evitano esami superflui, di ripetere analisi già effettuate e il quadro clinico è sempre a disposizione. Inoltre, la privacy è sempre garantita perché le diverse tipologie di consenso possono essere revocate in ogni momento.

E’ possibile:

Scegliere chi è autorizzato a consultare il fascicolo e in quali condizioni;
Oscurare alcune informazioni;
Controllare chi e quando ha avuto accesso al FSE.

Fascicolo Sanitario Elettronico: come si attiva

Come si attiva il Fascicolo Sanitario Elettronico. Bisogna rivolgersi alla propria Regione di assistenza (ogni Regione o Provincia autonoma può agire in modo diverso) e può essere attivato solo con il consenso del paziente (nel rispetto del segreto professionale da parte dei medici).

Sono 4 le modalità di attivazione:
  • Presso il Medico di Medicina Generale (o il Pediatra di Libera Scelta);
  • Presso il personale delle strutture appartenenti al Servizio Sanitario Nazionale (SSN);
  • Presso sportelli dedicati al cittadino;
  • On-line, tramite un portale dedicato e inserendo le autenticazioni necessarie.
Fascicolo Sanitario Elettronico: come si accede

Come si accede al Fascicolo Sanitario Elettronico. Bisogna utilizzare le credenziali (SPID, Tessera Sanitaria, Carta Nazionale dei Servizi o altro) e le modalità d’accesso stabilite dalla normativa e previste dalla Regione.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.