La sonda NASA OSIRIS-REx si è posata sull’asteroide Bennu

Sonda NASA OSIRIS-REx si è posata sull’asteroide Bennu, a circa 320 milioni di km dalla Terra

La sonda NASA OSIRIS-REx si è posata sull'asteroide Bennu
OSIRIS-REx si è posata sull’asteroide Bennu. Poco dopo la mezzanotte, la sonda spaziale OSIRIS-REx della NASA si è posata sulla superficie dell’asteroide 101955 Bennu.

La sonda OSIRIS-REx ha il compito di raccogliere dei frammenti di roccia dalla superficie. L’obiettivo è di raccogliere più di 60 gm di materiale tramite brevi contatti tra il braccio meccanico della sonda e la superficie dell’asteroide. Nelle prossime ore la NASA riceverà i dati che consentiranno di verificare se il prelievo sia andato a buon fine. Se non fosse così, la sonda spaziale potrà condurre altri 2 tentativi per recuperare materiale roccioso. La sonda lascerà, poi, 101955 Bennu nella primavera del 2021 e raggiungerà la Terra a settembre del 2023.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

La missione della NASA ha lo scopo di analizzare i campioni raccolti da OSIRIS-REx per scoprire nuove cose su come si formò il nostro sistema solare (infatti, questi sassi spaziali hanno circa 4,5 miliardi di anni).

Sabato 24 ottobreOSIRIS-REx ha raccolto molto più materiale del previsto causando un’anomalia nel suo sistema di raccolta. La copertura del braccio meccanico (con cui ha effettuato l’operazione) è rimasta lievemente aperta (la chiusura è sollevata di circa 1 cm) a causa dei detriti in eccesso, e alcuni di questi stanno fuoriuscendo nell’ambiente spaziale circostante. La NASA è ora al lavoro per studiare le manovre da far svolgere alla sonda per immagazzinare il materiale prelevato in un contenitore che si trova nel suo corpo centrale. I responsabili della missione si sono dati tempo fino a lunedì 26 ottobre per capire come fare.

Cosa si sa della sonda spaziale OSIRIS-REx

Acronimo di Origins, Spectral Interpretation, Resource Identification, Security, Regolith Explorer, è un grosso cubo di 2 metri per lato equipaggiato con 2 pannelli solari di oltre 8 metri e un braccio meccanico. E’ in orbita attorno a 101955 vBennu dal 2018 (dalle 18.00 di lunedì 3 dicembre).

Cosa si sa dell’asteroide 101955 Bennu

E’ un corpo celeste di classe Apollo scoperto nel 1999, con un diametro di circa mezzo km, che si trova a circa 320 milioni di km dalla Terra. Ha una massa stimata intorno ai 70 milioni di tonnellate e un diametro massimo di 565 metri. È un oggetto classificato come PHA (Potentially Hazardous Asteroid), ovvero potenzialmente pericoloso, a causa delle grandi dimensioni e per la vicinanza della sua orbita con quella terrestre. Alcuni studi hanno stimato un possibile rischio di impatto con la Terra nel XXII secolo (tra il 2169 e il 2199), ma le probabilità sono poche. I calcoli sulle traiettorie dovranno, però, essere approfonditi anche grazie ai dati raccolti da OSIRIS-REx.

Puoi approfondire la notizia cliccando qui (articolo in inglese).

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.