Perché si dice “Rimandare, mandare alle calende greche”?

L’espressione “Rimandare, mandare alle calende greche” è largamente diffusa e di uso comune. Perché si dice così e qual è il significato

Perché si dice
Perché si dice Rimandare, mandare alle calende greche. L’espressione “Rimandare, mandare alle calende greche” significa “rimandare ad un futuro indeterminato o ad un giorno che non verrà mai“. Quindi è un modo di dire utilizzato per sostenere un’assurdità, un tempo inesistente, un periodo temporale lontanissimo e non definito, che non si sa quando arriverà e se arriverà.

L’espressione è una traduzione letterale del motto latino “ad kalendas graecas“, estrapolato dalla Vita di Augusto scritta da Svetonio. Si tratta di una formula usata dall’imperatore Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto (noto come Augusto, il primo imperatore romano) riferendosi al pagamento dei debitori insolventi (che non avveniva mai). Nel calendario romano, le calende erano il primo giorno di tutti i mesi dell’anno che coincidevano con giorni di pagamenti. Siccome, però, nel calendario greco il termine non esisteva, si trattava di un giorno che non arrivava mai.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.