Chi ha inventato la scuola?

Ad inventare la scuola sono stati i Sumeri, nel 3.500 a.C. circa, poco dopo l’invenzione della scrittura

Chi ha inventato la scuola?

Origine del termine scuola

La parola “scuola” deriva dal latino “schola“, che a sua volta deriva dal greco antico “scholèion“.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

In origine il termine “scuola” significava “tempo libero“. Nel corso tempo ha assunto vari significati: “luogo in cui si passa molto tempo libero” (per discutere di filosofia e scienza), “luogo in cui si legge” e infine “il luogo in cui si imparano le cose“.

Chi ha inventato il sistema scolastico?

Sono stati i Sumeri, nel 3.500 a.C. circa, poco dopo l’invenzione della scrittura. Le scuole si chiamavano “edubba” (che tradotto significa “casa delle tavolette”, perché insegnanti e allievi scrivevano su tavolette di argilla). Nelle “edubba” si imparava a leggere, a scrivere e a fare i conti. Potevano accedervi solo i maschi, i quali si preparavano a diventare sacerdoti o funzionari pubblici del regno.

Il modello scolastico sumero venne, poi, adottato anche da altre civiltà mesopotamiche e nell’Antico Egitto. In Persia (oggi Iran), verso i 7 anni di età, i bambini ricchi potevano cominciare la loro istruzione. I ragazzi persiani imparavano la scrittura, la matematica, la religione, l’astronomia, l’educazione fisica e quella militare.

Verso il VI – V secolo a.C., nell’Antica Grecia si sviluppò un sistema scolastico riservato ai giovani dai 7 ai 18 anni.

A Roma, fino ad una certa età, la scuola era sia per maschi che per le femmine. Le ragazze potevano studiare fino ai 15 anni. Poi erano in età di matrimonio. La prima istruzione veniva impartita dalla madre e continuava con il padre. Poi, chi poteva permetterselo veniva istruito da un maestro privato oppure mandato a scuola.

Le prime scuole moderne risalgono al XVIII secolo. In Italia, fu il Regno di Sardegna il primo a organizzare le scuole statali. Poi, nel 1774, Maria Teresa d’Austria fissò l’obbligo scolastico per i bambini dai 6 ai 12 anni.

Infine, dopo la Rivoluzione Francese, la scuola primaria divenne pubblica, obbligatoria e gratuita per maschi e femmine.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.