Quanto potrebbe arrivare a costare il pane?

Senza tetto al prezzo di energia e materie prima un chilo di pane potrebbe arrivare a costare fino a 6 euro

Quanto potrebbe arrivare a costare il pane?
Quanto potrebbe arrivare a costare il pane? L’inflazione, l’aumento del costo dell’energia e delle materie prima stanno facendo lievitare i prezzi di migliaia di prodotti. Il pane sarà uno di questi.

Secondo Antonio Tassone, presidente nazionale Assipan Confcommercio (l’Associazione Italiana Panificatori ASSIPAN – Confcommercio Imprese per l’Italia), senza un intervento del governo per mettere un freno al prezzo di energia e materie prima un chilo di pane potrebbe arrivare a costare fino a 6 euro. Quindi, il pane potrebbe diventare un “bene di lusso” o addirittura sparire per un po’ dalle tavole degli italiani.

I reportage dall'Italia e dal Mondo
I dati

A parità di consumo, a luglio 2022 il costo dell’energia è quasi quintuplicato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Questo aumento si somma a quello del costo delle materie prime, che già un anno fa aveva subito un incremento a causa di azioni speculative e della crisi climatica.

Una nuova impennata dei prezzi c’è stata all’inizio della guerra in Ucraina: dal giorno dell’inizio dell’invasione abbiamo registrato un rincaro del 30% del costo della farina.

I produttori di farine faranno pagare ai panificatori il costo del caro bollette. Ci si aspetta un ulteriore incremento variabile tra il 5%-10%.

Assipan Confcommercio ha condotto uno studio su ciò che potrebbe accadere senza un immediato intervento del governo. Circa 1.350 imprese del settore della panificazione potrebbero chiudere, con una perdita di forza lavoro di circa 5.300 unità.

Per chi produce un alimento come il pane non è così immediato tradurre l’aumento del costo di produzione in un aumento del listino, ma il rischio è che un chilo di pane possa arrivare a costare 6 euro.

Cosa dovrebbe fare il governo? 

Il governo, secondo Assipan Confcommercio, dovrebbe imporre un tetto al prezzo del gas e sganciarsi dal mercato TTF (Title Transfer Facility, mercato virtuale per lo scambio del gas naturale con sede in Olanda).

Inoltre, dovrebbe essere considerata una moratoria per i finanziamenti in essere per un periodo di almeno 12 mesi per consentire alle aziende sotto shock finanziario di recuperare (come era stato fatto durante la pandemia con il decreto liquidità).

In assenza di provvedimenti di questo tipo molti panificatori decideranno di sospendere la produzione e il pane artigianale, bene primario, potrebbe mancare dalle nostre tavole.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.