Quanto costa il caro bollette agli italiani?

Il rialzo del costo dei carburanti e dell’energia non aggraverà solo la spesa per i rifornimenti e le bollette energetiche ma causerà anche conseguenze sui prezzi al dettaglio

Quanto costa il caro bollette agli italiani?
Quanto costa il caro bollette agli italiani? Il rialzo del costo dei carburanti e dell’energia non aggraverà solo la spesa per i rifornimenti e le bollette energetiche ma causerà anche serie conseguenze sui prezzi al dettaglio, impoverendo ulteriormente famiglie e imprese. A dirlo è Assoutenti che, in base ai dati Istat sui prezzi al consumo, ha calcolato le ripercussioni per le tasche delle famiglie italiane valutando una maggiore spesa complessiva pari a 38,5 miliardi di euro.

Gli aumenti delle bollette di luce e gas scattati a gennaio hanno comportato un aumento dei costi in capo a imprese, attività ed esercizi commerciali, che vengono scaricati sui consumatori finali attraverso i prezzi al dettaglio e che potrebbero determinare di questo passo una maxi-stangata da 38,5 miliardi sulle tasche delle famiglie” ha spiegato il presidente dell’associazione dei consumatori, Furio Truzzi.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Già a gennaio tantissimi prodotti hanno risentito dei rincari di luce e gas, registrando aumenti in alcuni casi anche a 2 cifre (si va dagli alimentari ai fiori, passando per mobili, apparecchi per la casa, trasporti, ristoranti, viaggi e strutture ricettive).

Sono numerosissimi i comparti che nell’ultimo periodo hanno visto salire vertiginosamente i listini al pubblico e questo perché gli aumenti delle bollette di luce e gas scattati a gennaio hanno comportato un aumento dei costi in capo a imprese, attività ed esercizi commerciali, costi che vengono scaricati sui consumatori” ha sottolineato Truzzi.

L’inflazione

L’inflazione a gennaio ha fatto segnare un +4,8% raggiungendo i livelli più alti dal 1996. Ma ancora più preoccupante è il fatto che i prodotti alimentari hanno subito un aumento dei prezzi del +3,8% su base annua. 

Secondo il report di Assoutenti, solo per mangiare gli italiani si ritrovano a spendere 285 euro in più a famiglia su base annua mentre il costo degli spostamenti è salito di 416 euro a nucleo.

Il prezzo del pane ha subito a gennaio un incremento del +3,9% rispetto allo scorso anno (che per la famiglia “tipo” equivale ad un maggior esborso da +35,8 euro annui). Il prezzo della pasta, invece, è salito in media del +10%. La verdura costa addirittura il +13,5% in più (quasi 60 euro in più a famiglia). Ad aumentare sono anche i prezzi dell’acqua minerale (+3%).

Maggiore spesa di circa +1.480 euro a famiglia

Secondo Assoutenti, con l’attuale livello dei prezzi ogni singola famiglia, a parità di consumi annui, dovrà mettere in conto una maggiore spesa di circa 1.480 euro.

Un andamento al rialzo che rischia di aggravarsi ulteriormente nelle prossime settimane con prezzi e tariffe destinati a crescere ulteriormente per effetto del caro-bollette, dei rincari delle materie prime in numerosi settori e dell’escalation dei listini di benzina e gasolio alla pompa.

L’accordo tra associazioni dei consumatori e Eni

Mentre il Governo prepara un “intervento di ampia portata” sulle bollette, le associazioni dei consumatori riconosciute, quali Federconsumatori, hanno siglato un accordo con Eni Gas e Luce per la rateizzazione degli importi fatturati ai clienti.

In attesa di altri accordi simili, i clienti degli altri fornitori potranno aderire all’agevolazione introdotta dal governo che consente di pagare in 10 rate, senza interessi, le fatture di luce e gas. L’agevolazione non è automatica, ma occorre rispondere alla comunicazione che riceveranno i cittadini che non hanno pagato la bolletta.

Come funziona l’agevolazione?
  • Possono rateizzare le bollette tutti i clienti finali domestici sia nel mercato libero che in quello tutelato.
  • L’agevolazione vale sia per la luce che per il gas.
  • In caso di inadempimento al pagamento delle fatture emesse nel periodo compreso tra l’1 gennaio 2022 e il 30 aprile 2022, nella lettera di sollecito il fornitore di gas o luce è tenuto a informare il cliente che può pagare la bolletta rateizzandone l’importo.
Come funziona il piano di rateizzazione?

Il piano di rateizzazione degli importi deve prevedere la stessa periodicità della fatturazione ordinaria (per esempio se la bolletta è bimestrale, il pagamento delle rate sarà ogni 2 mesi) e il numero di rate deve essere pari almeno al numero di bollette normalmente emesse in 10 mesi.

La prima rata sarà pari a metà dell’importo totale, mentre il restante 50% sarà recuperato nelle rate successive, di uguale importo. Se l’importo di ciascuna rata risulta inferiore a 50 euro, il numero delle rate potrà essere ridotto, ma non dovrà essere inferiore a 2. Fornitore e cliente possono, però, negoziare anche un diverso accordo.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.