Decreto ristoro: cos’è e come funziona

Decreto ristoro: cos’è, come funziona, a cosa serve, a chi spetta, requisiti, contributi a fondo perduto, cassa integrazione

Decreto ristoro: cos'è e come funziona
Il decreto Ristori (decreto legge n. 137 del 28 ottobre 2020), entrato in vigore dal 29 ottobre 2020 (giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale), prevede lo stanziamento di circa 5 miliardi di euro (5,4 miliardi di euro in termini di indebitamento netto e 6,2 miliardi in termini di saldo da finanziare) alle categorie colpite dall’ultimo DPCM (imprese, partite Iva, ristoranti, bar, palestre, piscine, cinema, teatri e discoteche). Gli aiuti, i bonus e gli indennizzi saranno erogati a partire dal 15 novembre direttamente sul conto corrente dei beneficiari.

Gli aiuti consistono in nuovi contributi a fondo perduto (importi dal 100% al 400% di quanto già erogato e importi spettanti a nuovi beneficiari sulla base di parametri fissati dal decreto Rilancio).

I reportage dall'Italia e dal Mondo

L’importo del contributo a fondo perduto sarà gestito dall’Agenzia delle Entrate (attraverso il codice Ateco dell’attività esercitata), sarà riconosciuto ai titolari di partita IVA, arriverà fino ad un massimo di 150.000 euro, e sarà calcolato sulla base di 4 coefficienti.

Per le partite IVA che hanno già beneficiato del bonus a fondo perduto del decreto Rilancio, il pagamento sarà automatico sul conto corrente (entro il 15 novembre 2020). I nuovi beneficiari, invece, dovranno presentare domanda e il pagamento arriverà entro dicembre. Non avranno diritto alla misura le partite IVA aperte a partire dal 25 ottobre e quelle in cessazione prima del 25 ottobre. Possibilità di cedere il bonus riconosciuto al proprietario dell’immobile commerciale, in cambio di uno sconto di pari importo sull’importo del canone dovuto.

Cosa contiene il decreto Ristori

Contributi a fondo perduto

I contributi a fondo perduto costituiscono circa la metà dei 5 miliardi di euro del bonus e variano dal 100% al 400%, fino ad un massimo di 150.000 euro.

Sono previsti nella misura del:
  • 100% per gelaterie, pasticcerie e bar senza cucina;
  • 150% per ristorazione, aziende agricole e strutture alberghiere;
  • 200% per catering, piscine, palestre, teatri e cinema;
  • 400% per discoteche, sale da ballo e simili.
Cancellazione seconda rata IMU

La cancellazione della seconda rata IMU (in scadenza il 16 dicembre 2020) per le partite IVA interessate dalle nuove restrizioni (se il proprietario dell’immobile è anche il gestore dell’attività) ossia ristoratori, gestori di cinema, teatri, palestre, piscine e altre attività per le quali è imposta la chiusura totale o anticipata alle 18.00.

Proroga del modello 770/2020

La proroga del modello 770/2020 (nuova scadenza fissata al 10 dicembre 2020).

Bonus affitti commerciali

Il bonus affitti commerciali per altri 3 mesi.

Indennità per i lavoratori stagionali del turismo, stabilimenti termali e spettacolo

L’indennità da 800 a 1000 euro è riconosciuta ai lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza della pandemia, hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il rapporto di lavoro.

Proroga della cassa integrazione

La proroga della cassa integrazione per ulteriori 6 settimane (da usufruire tra il 16 novembre 2019 e il 31 gennaio 2021) con pagamento di un contributo addizionale differenziato in base alla riduzione di fatturato registrata dall’impresa. Cassa gratuita per i datori di lavoro che hanno subito una riduzione di fatturato pari o superiore al 20%, per chi ha avviato l’attività dopo il 1 gennaio 2019 e per le imprese interessate dalle restrizioni.

Credito d’imposta

Il credito d’imposta pari al 60% del canone di locazione anche per le partite IVA con volume d’affari superiore ai 5 milioni di euro.

Reddito di emergenza

Proroga del REM (reddito di emergenza), l’importo compreso tra i 400 e gli 800 euro sarà erogato per ulteriori 2 mensilità.

Pignoramenti prima

Sospesi i pignoramenti della prima casa dall’entrata in vigore del dl Ristori fino al 29 maggio 2021 (quindi per 6 mesi).

Versamenti dei contributi previdenziali

Ai lavoratori colpiti dall’ultimo DPCM sono sospesi i termini relativi ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria relativi al mese di novembre 2020. Il versamento sarà dovuto entro il 16 marzo 2021 senza applicazione di more o interessi in un’unica soluzione o, in alternativa, in 4 rate al massimo.

Imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura

100 milioni di euro a fondo perduto a favore delle imprese operanti nelle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura.

Lavoratori dello sport

Indennità ulteriore per coloro che lavorano nel settore sportivo ed hanno già ricevuto le indennità di 600 euro stabilite dal Cura Italia e poi dal dl Rilancio. L’importo del beneficio è aumentato a 800 euro. 50 milioni di euro destinati alle società sportive dilettantistiche danneggiate dalla riduzione o chiusura totale delle attività.

Calo di fatturato

Eliminazione del limite di 5 milioni del volume d’affari e dei corrispettivi registrati nel 2019.

Comparto Giustizia

Implementazione del deposito di atti e documenti via PEC, l’accesso agli atti da remoto e la possibilità di procedere a divorzio e separazione senza comparizione delle parti.

Codice ATECO
Il testo del decreto Ristori contiene la tabella delle percentuali, in base all’attività esercitata:
  • 493210 – Trasporto con taxi 100,00%
  • 493220 – Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente – 100,00%
  • 493901 – Gestioni di funicolari, ski-lift e seggiovie se non facenti parte dei sistemi di transito urbano o sub-urbano – 200,00%
  • 551000 – Alberghi – 150,00%
  • 552010 – Villaggi turistici – 150,00%
  • 552020 – Ostelli della gioventù – 150,00%
  • 552030 – Rifugi di montagna – 150,00%
  • 552040 – Colonie marine e montane – 150,00%
  • 552051 – Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence – 150,00%
  • 552052 – Attività di alloggio connesse alle aziende agricole – 150,00%
  • 553000 – Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte – 150,00%
  • 559020 – Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero – 150,00%
  • 561011 – Ristorazione con somministrazione – 200,00%
  • 561012 – Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole – 200,00%
  • 561030 – Gelaterie e pasticcerie – 150,00%
  • 561041 – Gelaterie e pasticcerie ambulanti – 150,00%
  • 561042 – Ristorazione ambulante – 200,00%
  • 561050 – Ristorazione su treni e navi – 200,00%
  • 562100 – Catering per eventi, banqueting – 200,00%
  • 563000 – Bar e altri esercizi simili senza cucina – 150,00%
  • 591300 – Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi – 200,00%
  • 591400 – Attività di proiezione cinematografica – 200,00%
  • 749094 – Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport – 200,00%
  • 773994 – Noleggio di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli: impianti luce ed audio senza operatore, palchi, stand ed addobbi luminosi – 200,00%
  • 799011 – Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento – 200,00%
  • 799019 – Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca – 200,00%
  • 799020 – Attività delle guide e degli accompagnatori turistici – 200,00%
  • 823000 – Organizzazione di convegni e fiere – 200,00%
  • 855209 – Altra formazione culturale – 200,00%
  • 900101 – Attività nel campo della recitazione – 200,00%
  • 900109 – Altre rappresentazioni artistiche – 200,00%
  • 900201 – Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli – 200,00%
  • 900209 – Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche – 200,00%
  • 900309 – Altre creazioni artistiche e letterarie – 200,00%
  • 900400 – Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche – 200,00%
  • 920009 – Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse (comprende le sale bingo) – 200,00%
  • 931110 – Gestione di stadi – 200,00%
  • 931120 – Gestione di piscine – 200,00%
  • 931130 – Gestione di impianti sportivi polivalenti – 200,00%
  • 931190 – Gestione di altri impianti sportivi – 200,00%
  • 931200 – Attività di club sportivi – 200,00%
  • 931300 – Gestione di palestre – 200,00%
  • 931910 – Enti e organizzazioni sportive, promozione di eventi sportivi – 200,00%
  • 931999 – Altre attività sportive nca – 200,00%
  • 932100 – Parchi di divertimento e parchi tematici – 200,00%
  • 932910 – Discoteche, sale da ballo night-club e simili – 400,00%
  • 932930 – Sale giochi e biliardi – 200,00%
  • 932990 – Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca – 200,00%
  • 949920 – Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi e la coltivazione di hobby – 200,00%
  • 949990 – Attività di altre organizzazioni associative nca – 200,00%
  • 960410 – Servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali) – 200,00%
  • 960420 – Stabilimenti termali – 200,00%
  • 960905 – Organizzazione di feste e cerimonie – 200,00%

Decreto Ristori, il testo in pdf del decreto legge n. 137 del 28 ottobre 2020

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.