Bonus vacanze: cos’è, a chi spetta, e come richiederlo

Bonus vacanze 2020: cos’è, come funziona, a chi spetta, come utilizzarlo, requisiti e importo, chi può richiederlo e come

Bonus vacanze: cos’è, a chi spetta, e come richiederlo
Bonus vacanze: cos’è, a chi spetta, e come richiederlo. E’ una “Tax Credit Vacanze” (contenuta nel Decreto Rilancio) per sostenere il settore turistico in Italia (dal valore di 2,4 miliardi di euro). Fa parte di un pacchetto da 4 miliardi di euro dedicato al turismo (che in Italia vale il 13% del PIL).

Il ministro Dario Franceschini, in una videoconferenza, ha detto che “La misura prevede un contributo fino a 500 euro per le spese sostenute per soggiorni in ambito nazionale in alberghi, campeggi, villaggi, bed and breakfast. Possono chiedere il contributo le famiglie con un reddito Isee fino a 40 mila euro. L’importo è modulato in base alla numerosità del nucleo familiare: 500 euro per le famiglie composte da 3 o più soggetti, 300 per le famiglie di due persone e 150 per le famiglie di 1 persona.

I reportage dall'Italia e dal Mondo
Bonus vacanza: cos’è

Cos’è il Bonus vacanza: è un credito da utilizzare per il pagamento dei servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico-ricettive. E’ riconosciuto alle famiglie e può avere un valore che varia da 150 fino fino a 500 euro.

Bonus vacanza: come funziona

Come funziona il Bonus vacanza: è un credito fruibile all’80% in forma di sconto sul corrispettivo dovuto (anticipato dai fornitori presso i quali la spesa è stata sostenuta) e al 20% in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi (da chi ne ha diritto). Nuclei familiari e modalità di rimborso dello sconto sul corrispettivo dovuto ai fornitori dei servizi saranno individuati utilizzando i dati forniti dall’INPS.

Bonus vacanza: come richiederlo

Come richiedere il Bonus vacanza: per ottenere lo sconto bisogna utilizzare l’app (chiamata app “IO PA” o “IO Italia”) della Pubblica Amministrazione per la digitalizzazione delle procedure.

L’App IO è:
  • Scaricabile da Smartphone;
  • Gestita da PagoPa (disponibile gratuitamente);
  • Contiene un’area dedicata alla Tax Credit Vacanze per i soggiorni in Italia;
  • Contiene tutti i servizi online forniti da PA, Stato ed enti locali.
Come fare domanda per ottenere il Bonus vacanze dal 1° luglio 2020:
  • ISEE in corso di validità;
  • Scaricare l’APP IO (disponibile da PagoPA);
  • Accedere all’applicazione tramite SPID o Carta di identità elettronica (CIE);
  • Procedere alla richiesta.
Come ottenere ISEE e SPID:
  • Per il calcolo dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) bisogna presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) all’INPS. Si può presentare in modalità precompilata o non precompilata accedendo al sito web INPS o richiedendo assistenza gratuita ai Caf (Centri di assistenza fiscale).
  • Si possono richiedere gratuitamente ai provider ufficiali le credenziali SPID (elenco consultare sul portale web del Sistema Pubblico di Identità Digitale) seguendo le indicazioni per fare richiesta.
La procedure per la domanda online attraverso l’App IO:
  • Scaricare l’App IO e installarla sul proprio Smartphone;
  • Accedere all’App tramite SPID o CIE 3.0;
  • Impostare il codice di sblocco (PIN) o una delle funzionalità di riconoscimento biometrico disponibili sul proprio dispositivo;
  • Accedere alla domanda “Bonus Vacanze” nell’area “Pagamenti“;
  • Seguire l’iter per l’attivazione del Bonus (viene visualizzato nell’area Pagamenti insieme al codice univoco, il QR Code associati, l’indicazione dell’importo dello sconto, e i componenti del nucleo familiare che possono utilizzarlo).
Possono verificarsi 2 ipotesi:
  • Esito negativo: manca un ISEE valido (il sistema avverte l’utente che ai fini della domanda bisogna aver presentato preliminarmente una DSU all’INPS);
  • Esito positivo: il sistema genera un codice univoco e un QR-code da utilizzare nella fase di fruizione dello sconto. Codice univoco, QR-code e importo massimo dell’agevolazione spettante, saranno disponibili sul sistema PagoPA che, in cooperazione con l’Agenzia delle entrate e INPS, controllerà dati e requisiti di chi presenta la domanda.
I passaggi:
  • Specificare che sconto e detrazione possono essere utilizzati da qualsiasi componente del nucleo familiare (anche diverso dal richiedente) intestatario della fattura o del documento commerciale emesso dal fornitore;
  • Comunicare il codice univoco (o il QR-code) in sede di pagamento del corrispettivo presso la struttura ricettiva;
  • L’albergatore inserirà il codice fiscale dell’intestatario della fattura elettronica (o del documento commerciale), il QR-code (o il codice univoco) e l’importo totale del corrispettivo dovuto, utilizzando l’apposita procedura web messa a disposizione nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle entrate e accessibile tramite SPID, EntratelFisconline, CNS o altre credenziali rilasciate da soggetti individuati dall’Agenzia delle Entrate. La struttura ricettiva potrà anche decidere per successive cessioni a terzi (compresi istituti di credito e intermediari finanziari);
  • Il sistema verificherà la validità dell’agevolazione e l’importo massimo dello sconto applicabile;
  • L’Agenzia delle Entrate trasmetterà le informazioni sull’utilizzo dello sconto a PagoPA;
  • L’app IO comunicherà al richiedente che il bonus è stato fruito e la data di utilizzo.
Bonus vacanza: requisiti
I requisiti per ottenere il Bonus vacanza:
  • Può essere utilizzato da tutte le famiglie con un reddito ISEE fino a 40 mila;
  • Può essere richiesto e utilizzato da un solo componente del nucleo familiare (anche diverso dalla persona che lo ha richiesto);
  • Pagamento speso in un’unica soluzione dei servizi resi da una singola struttura ricettiva (documentato da una fattura in cui sia indicato il codice fiscale di chi utilizza il bonus);
  • Il pagamento deve avvenire senza ausilio, intervento o intermediazione di portali o piattaforme diversi da agenzie di viaggio o tour operator.
Bonus vacanza: importo
L’importo del Bonus vacanza:
  • 500 euro per ogni nucleo familiare con figli a carico;
  • 300 euro per nuclei familiari composti da 2 persone;
  • 150 euro per nuclei familiari da 1 sola persona.
Bonus vacanza: quando, come e dove utilizzarlo

Quando, come e dove utilizzare in Italia il Bonus vacanza: il bonus sarà sotto forma di voucher, pertanto sarà generato online su una apposita piattaforma. Inoltre, il pagamento del servizio dovrà essere corrisposto “senza l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici diversi da agenzie di viaggio e tour operator.

Quando:

Il credito è utilizzabile dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2020.

Come:
  • L’80% come sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura (dovrà essere richiesto al momento della prenotazione e sarà applicato dall’albergo, hotel, pensione, ecc);
  • Il 20% come detrazione dall’imposta sul reddito (da detrarre dalla dichiarazione dei redditi).
Dove:
  • Bisogna spenderlo in Italia;
  • E’ uno sconto da utilizzare per soggiorni in hotel, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast italiani.

Documenti utili e video tutorial

Per ulteriori approfondimenti mettiamo a disposizione i seguenti documenti utili:

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.