È morto Stefano D’Orazio, il batterista dei Pooh

È morto a 72 anni Stefano D’Orazio, lo storico batterista dei Pooh

È morto Stefano D’Orazio, il batterista dei Pooh
È morto Stefano D’Orazio. Lo storico batterista dei Pooh è morto a 73 anni a causa di complicanze dovute al Covid-19. Ad annunciare la scomparsa è stato Roby Facchinetti, uno dei membri del gruppo.

Chi era Stefano D’Orazio

Nato a Roma il 12 settembre del 1948, dopo le prime esperienze giovanili in piccoli gruppi locali, ha iniziato a lavorare come comparsa in alcuni film girati a Cinecittà (Roma).

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Nel 1972 entra nei Pooh per sostituire Valerio Negrin alla batteria, e rimane nel gruppo fino al 2009. Oltre alla batteria, suona il flauto traverso, scrive e canta alcune canzoni del gruppo. Dopo una pausa di alcuni anni, nel 2015 torna nei Pooh in occasione del 50esimo anno dalla nascita del gruppo.

Durante gli anni da solista ha curato i testi italiani del musical Mamma Mia, e ha realizzato le musiche di Aladin (2010), W Zorro (2012) e Cercasi Cenerentola (2014).

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.