Mandati di arresto per l’ex ministro della Difesa russo Serghei Shoigu e per il capo di stato maggiore Valery Gerasimov

Shoigu e Gerasimov sono accusati di “crimini di guerra” e “crimini contro l’umanità” per i danni provocati alla popolazione civile in Ucraina con i bombardamenti missilistici contro infrastrutture elettriche tra ottobre 2022 e marzo 2023

Mandati di arresto per l'ex ministro della Difesa russo Serghei Shoigu e per il capo di stato maggiore Valery Gerasimov

La Corte penale internazionale ha emesso mandati di arresto per l’ex ministro della Difesa russo Serghei Shoigu e per il capo di stato maggiore Valery Gerasimov. Shoigu e Gerasimov sono accusati di “crimini di guerra” e “crimini contro l’umanità” per i danni provocati alla popolazione civile in Ucraina con i bombardamenti missilistici contro infrastrutture elettriche tra ottobre 2022 e marzo 2023. Secondo la Corte, ci sono prove che i raid fossero “diretti contro obiettivi civili”. Anche se tali strutture potessero essere considerate obiettivi militari, i danni civili previsti sarebbero stati chiaramente eccessivi rispetto al vantaggio militare ottenuto. Gerasimov è ancora capo di stato maggiore, mentre Shoigu, che era ministro della Difesa all’epoca, è ora segretario del Consiglio di Sicurezza nazionale.

Il Consiglio di Sicurezza nazionale russo ha definito il mandato d’arresto contro Shoigu come parte della “guerra ibrida dell’Occidente contro la Russia”, secondo quanto riportato dall’agenzia Ria Novosti.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, commentando i mandati di arresto su X, ha dichiarato: “Ogni criminale coinvolto nella pianificazione e nell’esecuzione” degli attacchi in Ucraina “deve sapere che sarà fatta giustizia. Speriamo di vederli dietro le sbarre”. Zelensky ha aggiunto che la decisione della Corte indica che “la giustizia per i crimini russi contro gli ucraini è inevitabile” e che “nessun grado militare o nessun gabinetto può proteggere i criminali russi dalle loro responsabilità”, aspettandosi ulteriori mandati di arresto.

L'informazione è di parte! Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te. Cerchiamo notizie e fatti social del momento e li rimettiamo in circolo, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FONTEUFFICIALE.it riassume le notizie pubblicate dalle agenzie di stampa e da altri media autorevoli (come Ansa, Agi, AdnKronos, Corriere della Sera, ecc..), quindi non è direttamente responsabile di inesattezze. Se, però, ritieni che un nostro articolo debba essere modificato o eliminato puoi farne richiesta [ scrivendo qui ].

Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.
Potrebbero interessarti anche questi articoli: