L’India ha chiesto ai social di cancellare i post che parlano di “variante indiana”

Il governo Indiano ha inviato una lettera ai gestori del social nella quale chiede di eliminare dalle ricerche la parola chiave “variante indiana”

L’India ha chiesto ai social di cancellare i post che parlano di
L’India ha chiesto ai social di cancellare i post che parlano di variante indiana. Il contenuto della lettera non è pubblico. A riferire la notizia è stata l’agenzia Reuters, che ha affermato di averne ottenuto una copia. Nella missiva, inviata alle piattaforme social più influenti, si richiede che i moderatori cancellino dalle pagine ogni contenuto che faccia riferimento alla “variante indiana” del coronavirus.

Nel testo si legge: “Non esiste alcuna variante indiana di Covid-19 citata come tale dall’OMS. L’OMS non ha mai associato questo termine alla variante B.1.617 in alcun documento. […] Per queste ragioni, vi viene chiesto di rimuovere dalle vostre piattaforme tutti i contenuti che citano, riguardano o suggeriscono la ‘variante indiana’ del coronavirus“.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Anche il MEITY (Ministry of Electronics and Information Technology) ha pubblicato un comunicato in cui si legge: “Abbiamo appreso che sta circolando online l’affermazione che suggerisce che una ‘variante indiana’ del coronavirus si sta diffondendo in tutti i Paesi. Questo è completamente falso. Non esiste una variante Covid-19 scientificamente citata come tale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. L’OMS non ha associato il termine ‘variante indianda’ con la variante B.1.617 del coronavirus in nessuno dei suoi report“.

In effetti, il nome “variante indiana” è una convenzione nata per riferirsi in termini pratici a una variante che è stata identificata per prima in quel preciso posto. In realtà il nome tecnico è B.1.617. E’ una della varianti del virus Sars-Cov-2 che preoccupa di più la comunità scientifica internazionale, tanto che l’Organizzazione Mondiale dalla Sanità l’ha inserita nel gruppo delle 4 varianti “VOC” (Variants of Concern), insieme a quella inglese, sudafricana e brasiliana.

Le motivazioni dietro alla richiesta del governo indiano sono, però, ovvie: parlare di “variante indiana di Covid” e dei suoi effetti danneggia l’immagine del Paese.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.