La Marina Militare Italiana è nella regione Indo-Pacifica per partecipare a una serie di esercitazioni navali

La Marina Militare Italiana ha inviato il suo Carrier Strike Group (CSG) nella regione Indo-Pacifica per partecipare a una serie di esercitazioni navali nel Pacifico

La Marina Militare Italiana è nella regione Indo-Pacifica per partecipare a una serie di esercitazioni navali

La Marina Militare Italiana ha inviato il suo Carrier Strike Group (CSG) nella regione Indo-Pacifica per partecipare a una serie di esercitazioni navali nel Pacifico. Il 24 giugno, la Marina ha annunciato l’arrivo a Singapore del 31° Gruppo Navale, composto dalla portaerei ITS Cavour e dalla fregata ITS Alpino FREMM, per una sosta logistica. Le navi avevano lasciato il porto di Taranto il 1° giugno 2024, dopo aver completato l’esercitazione Mare Aperto 2024, ottenendo la certificazione operativa del CSG e della sua componente aerea.

Il Ministero della Difesa e la Marina italiana non hanno rilasciato dichiarazioni ufficiali sul dispiegamento, ma si prevede che la missione durerà cinque mesi, durante i quali la portaerei visiterà dieci Paesi. Durante la crociera, il 31° Gruppo Navale sarà accompagnato da navi alleate che si integreranno nel CSG, con una composizione variabile nel tempo.

L’ITS Cavour, ammiraglia della Marina Militare, è configurata per operazioni STOVL (Short Take Off Vertical Landing) e può ospitare fino a dodici elicotteri o otto caccia. La nave, varata nel 2004, è stata aggiornata per operare con gli F-35B Lightning II, che stanno gradualmente sostituendo gli AV-8B+ Harrier II. L’ITS Alpino, una fregata della classe FREMM, è specializzata in ruoli anti-sommergibile (ASW) ma mantiene anche capacità anti-aeree (AAW).

Il CSG è stato raggiunto poco dopo la partenza dalla fregata spagnola Numancia e dalla fregata francese Aconit, come parte della Forza Marittima Europea (EUROMARFOR). In seguito, il gruppo ha operato con la nave di rifornimento francese Somme, la fregata greca Themistocles e la nave d’attacco veloce greca Roussen, sotto l’egida del Gruppo Marittimo Permanente 2 della NATO (SNMG2). Successivamente, nel Mar Rosso, il CSG si è unito alla portaerei americana USS Dwight D. Eisenhower e ad altre navi statunitensi e francesi per un’esercitazione fotografica (PHOTEX) nell’area della 5a Flotta statunitense.

La missione prevede una campagna operativa che include l’esercitazione biennale Pitch Black in Australia, dal 12 luglio al 2 agosto 2024, la più grande nella storia dell’evento con 21 partecipanti internazionali e oltre 140 velivoli. Il CSG italiano sarà affiancato dall’Aeronautica Militare, che schiererà quasi 25 jet, tra cui Eurofighter F-2000, F-35A e F-35B. Dopo l’Australia, il CSG visiterà Giappone, Filippine, Indonesia, India e altri Paesi del Sud-Est asiatico, prima di rientrare in Italia a novembre.

Il dispiegamento mira a valutare e qualificare le capacità della componente aerea, con l’F-35B che raggiungerà la Capacità Operativa Iniziale entro la fine della missione.

L’ala aerea dell’ITS Cavour comprende un mix di jet AV-8B+ e F-35B, oltre a elicotteri NH90 ed EH101. Le immagini finora pubblicate mostrano quattro F-35B e sei Harrier a bordo. L’ITS Alpino può imbarcare due elicotteri nei suoi hangar e nel ponte di volo. Durante l’esercitazione Pitch Black, i caccia dell’Aeronautica saranno integrati nell’ala della portaerei.

Recentemente, sono stati condotti test con l’aereo a rotore oscillante AW609 di Leonardo, che ha effettuato una serie di atterraggi e decolli dalla Cavour. Questo velivolo, che entrerà in produzione il prossimo anno, aggiungerà nuove capacità operative alla portaerei.

L'informazione è di parte! Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te. Cerchiamo notizie e fatti social del momento e li rimettiamo in circolo, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FONTEUFFICIALE.it riassume le notizie pubblicate dalle agenzie di stampa e da altri media autorevoli (come Ansa, Agi, AdnKronos, Corriere della Sera, ecc..), quindi non è direttamente responsabile di inesattezze. Se, però, ritieni che un nostro articolo debba essere modificato o eliminato puoi farne richiesta [ scrivendo qui ].

Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.
Potrebbero interessarti anche questi articoli: