Il progetto Kuiper di Amazon: Internet a tutto il mondo

Progetto Kuiper, la mega-costellazione di Amazon di 3mila satelliti per dare una connessione Internet a tutto il mondo

Il progetto Kuiper di Amazon: Internet a tutto il mondo
Il progetto Kuiper di Amazon. La mega-costellazione dei 3 mila satelliti di Jeff Bezos, per dare una connessione Internet a tutto il mondo, farà concorrenza alla Starlink del miliardario Elon Musk.

Kuiper (nome preso in prestito dalla “Fascia di Kuiper”, la regione del sistema solare oltre l’orbita di Nettuno) costerà 10 miliardi di dollari.

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Amazon, la società di Jeff Bezos (l’uomo più ricco del mondo), ha avuto il via libera ufficiale dalla Federal Communications Commission per la costruzione della mega-costellazione satellitare (una rete di 3.236 satelliti che serviranno a garantire al mondo intero una connessione Internet).

Amazon, che lavora al progetto da più di un anno, diventa, così, ufficialmente il diretto concorrente di Starlink, la rete satellitare di SpaceX che di satelliti ne prevede 12 mila e che ne ha già messi in orbita più di un centinaio.

Critiche dal mondo degli astronomi

Il timore del mondo degli astronomi e di quello accademico è che queste migliaia di satelliti cambino il volto dello spazio e possano danneggiare studi e ricerche. Inoltre, i satelliti provocano quello che gli astronomi definiscono “inquinamento luminoso” (che disturba la visione di molti obiettivi astronomici). Infine, c’è il pericolo degli “incidenti spaziali“.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.