Il governo Usa finanzia Moderna per sviluppare un vaccino contro l’influenza aviaria

Il governo degli Stati Uniti ha stanziato 176 milioni di dollari per finanziare Moderna nello sviluppo di un vaccino contro l’influenza aviaria

Il governo Usa finanzia Moderna per sviluppare un vaccino contro l'influenza aviaria

Il governo degli Stati Uniti ha stanziato 176 milioni di dollari per finanziare Moderna nello sviluppo di un vaccino contro l’influenza aviaria.

Il finanziamento, proveniente dall’Autorità statunitense per la ricerca e lo sviluppo avanzato biomedico, sarà utilizzato da Moderna per completare lo sviluppo in fase avanzata e i test del nuovo vaccino a base di acido ribonucleico messaggero (mRNA).

Nonostante l’influenza aviaria non rappresenti attualmente una grande minaccia per la popolazione umana, gli esperti ritengono importante avere a disposizione un vaccino funzionante che possa essere rapidamente distribuito nel caso in cui il virus muti e diventi un problema di sanità pubblica.

Dopo la pandemia di COVID-19, il governo americano vuole essere “meglio preparato” ad affrontare future crisi sanitarie. I vaccini basati sulla tecnologia mRNA, come quello sviluppato da Moderna contro il COVID-19, possono essere prodotti più rapidamente rispetto ai tradizionali, migliorando così la capacità di risposta a eventuali emergenze.

L'informazione è di parte! Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te. Cerchiamo notizie e fatti social del momento e li rimettiamo in circolo, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FONTEUFFICIALE.it riassume le notizie pubblicate dalle agenzie di stampa e da altri media autorevoli (come Ansa, Agi, AdnKronos, Corriere della Sera, ecc..), quindi non è direttamente responsabile di inesattezze. Se, però, ritieni che un nostro articolo debba essere modificato o eliminato puoi farne richiesta [ scrivendo qui ].

Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.
Potrebbero interessarti anche questi articoli: