Gli hacker hanno oscurato il registro elettronico Axios

Sotto attacco hacker la società Axios che gestisce il servizio in molte regioni italiane. Hanno chiesto un riscatto

Gli hacker hanno oscurato il registro elettronico Axios
Hacker hanno oscurato il registro elettronico Axios. Axios, la società che gestisce il registro elettronico scolastico in molte regioni d’Italia, ha subìto un attacco che ne ha mandato in tilt i servizi, tra cui il registro elettronico (lo strumento utilizzato dagli studenti in DAD): è inaccessibile da 4 giorni.

Axios ha subito un attacco chiamato ransomware: un malware che blocca alcuni dati e rende inservibile il sito. Per tornare in possesso del proprio sito gli hacker chiedono un riscatto (ransom in inglese significa “riscatto”).

I reportage dall'Italia e dal Mondo

Axios è stata informata dell’attacco da Aruba (la società che gestisce i servizi di hosting) alle 2.00 del mattino del 3 aprile. Studenti e genitori che si collegavano al registro per verificare i compiti e le indicazioni dei professori si sono trovati prima una schermata che parlava di un malfunzionamento tecnico, poi un’altra che riferiva di un attacco hacker ransomware.

Axios ha detto che “dagli accertamenti effettuati, al momento, non ci risultano perdite di dati“, e intanto ha attivato un registro elettronico d’emergenza, fornendo il link di un video per utilizzarlo.

L'informazione è di parte. Ci sono giornali progressisti e giornali conservatori. La stessa notizia ti viene raccontata in modo diverso. Se cerchi un sito che ti spieghi le cose con semplicità, e soprattutto con imparzialità, allora questo è il posto giusto per te.

Cerchiamo le notizie del momento e te le spieghiamo meglio, senza giri di parole e senza influenzarti con le nostre opinioni.

FonteUfficiale.it è un sito di informazione generalista approvato da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News.